È accusato di tentata estorsione e tentato incendio un 46enne di Sezze, M. M. le iniziali, arrestato venerdì dai carabinieri di San Felice Circeo in esecuzione a una ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Mara Mattioli su richiesta del pm Simona Gentile. L'uomo, secondo le risultanze investigative, sarebbe responsabile del tentato incendio all'ingresso del Carrefour del 23 marzo di quest'anno. Un episodio a quanto pare legato a un debito di circa 2.300 euro che l'uomo aveva con il proprietario dell'immobile per della merce acquistata presso un'altra attività. A lui i militari dell'Arma di San Felice Circeo sono arrivati dopo una complessa attività investigativa, grazie anche ai filmati della videosorveglianza, a degli indizi raccolti sul posto e agli accertamenti sulle celle telefoniche. 

L'articolo completo nell'edizione di Latina Oggi del 21 maggio