Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

.




Sindacalisti condannati per truffaIntascarono somme illecite dai tesserati
0

Mafia Capitale, quei soldi che arrivavano da Cisterna

La nuova udienza

Mazzette, regali, favori, un flusso di denaro costante che permetteva al re delle coop Salvatore Buzzi e all’ex Nar Massimo Carminati di oliare la macchina amministrativa e la politica romana per aggiudicarsi appalti e lavori. E da dove partiva questo flusso? Da Cisterna, per il tramite di Marco Clemenzi, quell’imprenditore locale il cui nome, tra l’altro, è finito anche nelle inchieste portate avanti dalla Guardia di Finanza locale sfociate nell’aggressione al vice comandante Gaetano Reina.

La nuova udienza, la 78esima, del processo tenuto nell’aula bunker del carcere di Roma Rebibbia per Mafia Capitale, si è incentrata sulla «contabilità» dell’associazione per delinquere capeggiata da Carminati e Buzzi.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi ( 26 Maggio)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400