È stato necessario l’intervento della polizia ieri pomeriggio per sedare un’accesa lite, scoppiata tra due parenti in pieno centro, al culmine della quale era saltato fuori un coltello. Gli agenti della Squadra Volante, intervenuti dopo la segnalazione di un cittadino, hanno portato in Questura l’uomo armato che proprio non ne voleva sapere di placarsi e per questo è stato denunciato a piede libero.
Non erano ancora trascorse le quindici ieri quando la centrale operativa del 113 ha fatto confluire in via Mazzini due “pantere”: l’attenzione di un residente era stata richiamata dalle urla di due persone in strada che litigavano, nei pressi di via Verdesca Zain, e guardando meglio si era reso conto che uno impugnava un coltello. Insomma, era necessario intervenire in maniera tempestiva per evitare il peggio.
All’arrivo delle volanti l’uomo armato proprio non ne voleva sapere di calmarsi, anzi ha continuato a inveire contro il parente, tanto che gli agenti del commissario capo Roberto Graziosi hanno dovuto allontanarlo da quel contesto e portarlo in Questura per gli accertamenti del caso.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (27 maggio 2016)