Pasqualino Fabbricatore, di Minturno, arrestato per sfruttamento della prostituzione minorile, nonostante sia appena ventenne "ha già ben chiaro come fare soldi... approfittando della debolezza di ragazzine adolescenti, fragili psicologicamente e incapaci di gestire la propria sessualità, è un soggetto cinico" e agisce "con piglio imprenditoriale". E' quello che scrive il gip di Cassino nell'ordinanza di custodia cautelare a carico di Fabbricatore. Una vicenda squallida nella quale non si può escludere che ci siano state altre giovanissime vittime dello sfruttamento della prostituzione.

Il giro è stato scoperto dagli agenti del commissariato di Formia nel corso di indagini svolte in maniera congiunta con i colleghi della Squadra Mobile di Latina. Le ragazzine, marinavano la scuola e poi venivano costrette a prostituirsi anche più volte durante una settimana. La Polizia ha tratto in arresto nella giornata di ieri Fabbricatore resosi responsabile, insieme ad un amico 19enne A.S, queste le iniziali, di Minturno originario di Napoli, del reato di organizzazione e sfruttamento della prostituzione.