Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

.




Concessione revocata, sgombero al porto
0

Stangata per il porto

San Felice Circeo

Prosegue la querelle giudiziaria per il raddoppio del porto di San Felice Circeo, con il Comune che nei giorni scorsi è stato citato in giudizio dalla società Porto del Circeo, la ex Penta, per un maxi risarcimento danni. Tutto ha inizio nel 1999, con la richiesta di una concessione demaniale per l'ampliamento e la gestione cinquantennale del porto turistico. A seguito di un ricorso al Tar, con la sentenza del Consiglio di Stato che risale al 2004, la concessione demaniale fu però annullata a causa di una serie di carenze riscontrate nella conferenza dei servizi, tra cui il mancato interessamento dell'Ente Parco nazionale del Circeo. Aspetti, questi, che secondo la parte attrice testimonierebbero una negligenza della pubblica amministrazione, tanto da richiedere 7 milioni di euro di risarcimento danni, cui vanno aggiunte le somme chieste per il ritardo con cui, a seguito della sentenza del Tar, è stata convocata la nuova conferenza dei servizi. La prima udienza si terrà a ottobre.

L'articolo completo nell'edizione di Latina Oggi del 2 giugno disponibile anche in versione digitale

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400