Ingerisce dei medicinali antiepilettici, la macchina dei soccorsi e la prontezza dei genitori salvano la vita ad una bambino di tre anni. E' sucesso ad Aprilia dove il bimbo, in qualche istante di distrazione dei genitori è riuscito ad afferrare delle medicine e, come spesso fanno i bambini per scoprire il mondo che li circonda, li ha messi in bocca e poi ingoiati. Immediata la corsa al pronto soccorso dove il personale della clinica Città di Aprilia ha prima somministrato una terapia a base di carbone attivo per assorbire i principi attivi, poi ha organizzato il trasferimento all'ospedale pediatrico Bambin Gesù di Roma dove il piccolo una volta ricoverato ha risposto bene alla terapia e ora sta molto meglio. Certi medicinali anti convulsioni ed epilessia possono causare crisi respiratorie e cardiache e, nei casi estremi, portare al decesso. Naturalmente si consiglia sempre di tenere medicinali e sostanze pericolose ben chiuse in appositi armadietti o cassetti non alla portata di bambino e anche in caso di un mero sospetto che vi sia stata una ingestione accidentale, rivolgersi subito al pronto soccorso.