"Una parte consistente del Pd ha votato con consapevolezza per Damiano Coletta scegliendolo come proprio candidato sindaco. Il mio avversario è politico, non civico. Smettiamola di dire bugie". Nicola Calandrini, candidato sindaco del centrodestra, è un fiume in piena nella conferenza stampa convocata per commentare i risultati elettorali del primo turno. Per lui il suo avversario Coletta è ormai diventato un candidato di marca Pd. "Sono subito corsi a sostenerlo dopo la sconfitta di Forte ma già nei voti del primo turno è chiaro che Coletta ha beneficiato dei voti peggiori del Pd che attraverso il disgiunto ha scelto il proprio candidato sindaco. Coletta lo voglio sfidare a un confronto pubblico sui temi, sulle cose da fare. Lui parla di filosofia, deve essere concreto e spiegare cosa vuole fare"