Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

.




Calandrini: "Basta dire che il mio avversario non è politico"
0

Appoggio di Forza Italia a Coletta, per Calandrini: "ora i nodi vengono al pettine"

Latina

“Apprendiamo senza alcuna sorpresa la notizia degli ammiccamenti di Forza Italia verso il candidato di Latina Bene Comune. Non siamo sorpresi perché i nodi vengono al pettine, perché  il gioco nascosto diventa palese”. Sono queste le affermazioni di Nicola Calandrini dopo avere appreso quelle che sarebbero le intenzioni di Forza Italia in vista del ballottaggio. In realtà  Calandrini va oltre parla di "gioco nascosto" che ora nella fase del ballottaggio si sarebbe palesato. “E’ un dato di fatto - continua il candidato sindaco -  Coletta,  l'antipartito targato Pd, ora piace anche a Forza Italia. E’ evidente che il candidato sindaco subentrato in corsa ad Enrico Forte ha optato per la restaurazione, perché ha paura dei moderati che si fanno protagonisti senza padrini e patronati. Appare evidente che per Forza Italia si tratta dell’ennesima decisione presa da un uomo solo, in base a quella logica che ha sempre portato Latina a subire le scelte di altri giunte da altrove. Con noi ora è cambiato tutto, perché siamo forti di quell’autodeterminazione del tutto sconosciuta ai nostri avversari politici”. Calandrini si è poi soffermato sull’altro candidato in corsa per il ballottaggio: “Coletta si è nascosto per tutto il primo turno, ora passa all'incasso per l'assalto finale: non punta a a governare Latina ma ad occupare Latina, con una sinistra che non sarebbe e non è presentabile. I dirigenti di Forza Italia hanno compreso il pericolo e stanno facendo quadrato sul 'nuovo trattabile' contro 'il futuro libero'. Perché questa è la scelta: il 'nuovo trattabile' contro il nostro futuro libero. Il presunto 'nuovo' è una sinistra borghese e spocchiosa che ignora le periferie e pensa che Latina sia solo Piazza del Popolo e Corso della Repubblica. Forza Italia e i suoi dirigenti cercano di trovare un modo per restare in gioco e questi loro ammiccamenti sono l’ennesima dimostrazione della nostra piena discontinuità rispetto al passato. Agli elettori la scelta: il nostro 'futuro libero' non è 'disponibile al potere ma agli elettori liberi. Al fianco di Coletta ci sarà tutto il Pd della Prima Repubblica e i dirigenti di Forza Italia, animati dal terrore di essere messi all’angolo. Con noi ci saranno gli elettori. Complimenti dunque a Damiano Coletta, l'antipartito con più partiti del mondo. Le bugie hanno le gambe corte”. Una critica quindi a chi, facendo determinati calcoli, pensa di saltare sul carro del vincitore ma anche a chi, questo l'attacco a Coletta ch per Calandrini non sarebbe la novità, anzi. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400