Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

.




Rifiuta l'alcol test Denunciato dai carabinieri
0

Sequestro di una minorenne in una casa famiglia, arrestati due latitanti rom

Cisterna

Doppio arresto per il sequestro di una minorenne in una casa famiglia di Frosinone, prelevata da quella struttura con la forza e portata a Cisterna dai genitori ai quali, accusati di abbandono di minore, era stata tolta dall'autorità giudiziaria. Oggi il Nucleo investigativo dei carabinieri ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa il 26 ottobre scorso dal gip Antonello Bracaglia Morante,  su richiesta del pm Barbara Trotta, nei confronti di  un ventenne di etnia rom, J. D. le sue iniziali, stabilmente dimorante a Latina e già noto alle forze dell'ordine per reati contro la persona ed il patrimonio e latitante. E già un altro latitante, per la stessa vicenda, era stato arrestato il 27 maggio scorso in provincia di Brindisi, G.A., 18 anni, anche lui di etnia rom e dimorante stabilmente a Latina, ugualmente noto per reati contro la persona e il patrimonio. 

La minore di etnia rom era stata sequestrata presso la casa famiglia “L’elefante invisibile” di Frosinone, che la ospitava. Il ventenne, secondo gli inquirenti, con l'aiuto del complice, si era introdotto nella struttura e spintonando, fino a farla cadere, un'educatrice, con la forza afferrava la minorenne, trascinandola a bordo della propria autovettura per condurla, contro la sua volontà, presso l’abitazione dei genitori a Cisterna di Latina. La ragazzina era stata poi rintracciata e affidata a un'altra struttura di accoglienza il 24 settembre 2015. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400