Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

.




Calandrini: "Basta dire che il mio avversario non è politico"
0

La squadra di Calandrini si ripresenta: "Ecco chi siamo e cosa vogliamo fare"

Latina

La squadra del candidato sindaco Nicola Calandrini torna a presentarsi. L'obiettivo del gruppo? "Far capire alla città da quali personaggi è realmente composto, ma soprattutto per scrollarsi di dosso certe distorte etichette create dall’antitesi con presunti innovatori schierati sul fronte opposto. La squadra del candidato sindaco del centrodestra di Latina può sicuramente contare sull’esperienza di alcuni componenti, sempre al servizio della città e ricordati esclusivamente per i loro meriti ed il loro impegno. Accanto a loro, però, si sono fatti strada ragazzi promossi a pieni voti dalle urne. Non sono dei debuttanti assoluti nel panorama politico cittadino e non si tratta assolutamente di “Carneadi – riempi lista” come invece si potrebbe riscontrare altrove. Parliamo invece di giovani provenienti da importanti esperienze nel volontariato, in ambito sociale, professionale e culturale: potenziali consiglieri comunali che negli anni si sono misurati con innumerevoli problematiche cittadine e che hanno maturato esperienze e competenze necessarie per puntare a fare il loro ingresso in Comune. Loro non sono “il vecchio” e non sono neanche degli sprovveduti alle prime armi".

Eccoli ed ecco i loro identikit che hanno diffuso. Simona Mulè, 29 anni, project manager professionista, laureata in Scienze dei servizi giuridici, proveniente dal mondo dell’associazionismo dove si occupa di sociale e imprenditoria giovanile, già Presidente della Commissione Politiche Sociali del Consiglio Giovani di Latina e membro del Direttivo del Forum regionale delle Politiche Giovanili del Lazio. "Vorrei restituire concretezza alla politica - dice - rimboccarmi le maniche e continuare a risolvere i problemi e i ritardi della mia città, dall’occupazione al decoro urbano". Isabella Dionigi, 34 anni, laureata in Scienze della formazione. “Svolgo il mio lavoro di educatrice in un asilo comunale esternalizzato a Latina – dichiara. Faccio questo mestiere con passione e competenza da vari anni. Insegno ai bambini a giocare correttamente, a dividere le cose con gli altri e a rimettere le cose al loro posto. Questi sono i valori in cui credo e che voglio trasferire, nel difficile compito che mi sarà dato. Non ho nessuna esperienza politica: questa è la mia prima esperienza. Sono anche una mamma e proprio su questa base vorrei impegnarmi per rendere Latina una città nella quale i nostri figli possano crescere in maniera dignitosa. Una Latina funzionale ai bisogni dei suoi cittadini, nella quale i giovani come noi possano riconoscersi e trovare qui il loro futuro”. Marco Ghirotto, 52 anni, impiegato con la passione per il calcio, allenatore professionista. Andrea Marchiella, 37 anni, impiegato, impegnato da anni nel sociale, delegato provinciale Fair Play, "ha promosso sul territorio valori etici e morali intervenendo in manifestazioni sportive, iniziative di solidarietà e attività di volontariato. La sua guida spirituale da 15 anni è Don Felice Accrocca; Andrea è da sempre vicino alle attività della Diocesi pontina e di tutte le  parrocchie cittadine". Alessandro Paletta, 45 anni, avvocato penalista, "da sempre attivo in movimenti e comitati per la tutela del territorio pontino, presidente di movimento forense di Latina, fondazione dell’associazione civica Il Patto, promotore del comitato civico Acqua Pulita". Vincenzo Valletta, 44 anni, impiegato d’azienda. "Particolarmente attento al mondo dell’associazionismo essendo, già  dal 2008, presidente dell’Associazione Borghi di Latina, attiva nel sociale ed in particolar modo nella promozione del territorio, mantenendo viva la storicità dei luoghi e le tradizioni dell’Agro pontino. E' tra i fondatori del Comitato No Biogas Latina, impegnato nella tutela ambientale e del comparto agricolo e presidente del Comitato Chiesuola, che dopo 21 anni ha ridato vita e lustro alla Festa della Mietitura". Gianluca Di Cocco, 44 anni, ex assessore nella giunta Di Giorgi nel settore turismo, "s’è distinto per alcune originali iniziative attraverso pochissimi fondi a disposizione. Ex poliziotto, da generazioni ristoratore e organizzatore di eventi nel settore dell’intrattenimento enogastronomico, responsabile Pro loco cittadine e di associazioni volte alla promozione del Lido di Latina". Andrea Fanti, 30 anni, da sempre attivo nel mondo del volontariato, consulente del lavoro, presidente del consiglio comunale dei giovani a Latina, attivo nel mondo del sociale e della sicurezza stradale, come ‘Fun Bus’, ‘Un amico in famiglia’, ‘Stronger parent stronger families’. Paolo Frison, 55 anni, geometra, negli anni è stato prima consigliere e poi presidente della Sesta Circoscrizione Latina Sud, ha ricoperto la carica di consigliere nel cda dell’ ATER di Latina durante la presidenza Sciscione,  per l’ente è stato delegato Federcasa ricoprendo il ruolo di consigliere nel Direttivo Nazionale. "Si occupa da sempre dei problemi del territorio, dal 2012 insieme a molti amici promuove attività associative, culturali, musicali e la rievocazione storica del passaggio di San Paolo Apostolo a Foro Appio". Matilde Celentano, di Latina, 56 anni, dirigente medico alla ASL di Latina dove da 25 anni si occupa di assistenza socio-sanitaria su tutto il territorio, responsabile a Sabaudia di un alloggio Domotico che ospita persone diversamente abili. "La sua vita è stata sempre spesa nella tutela della fascia debole, disabili,anziani, bambini". E ancora: "Non ha mai fatto politica, ha deciso di scendere in campo per la stima che nutre nei confronti di Nicola Calandrini". Luigi Pescuma, avvocato penalista e criminologo, nasce a Venosa in provincia di Potenza nel 1959. Nel 1980 viene arruolato da Agente nel Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza, oggi Polizia di Stato. Nel 1983 vince il primo concorso pubblico per Ispettore di Polizia. Nel 1984 viene assegnato alla Questura di Latina dove viene chiamato a ricoprire incarichi nella Squadra Mobile, nella Squadra Volante, nella Divisione Anticrimine infine come capo della Sezione di Polizia Giudiziaria –PS della Procura della Repubblica di Latina, per poi terminare la sua carriera congedandosi, a domanda, dalla Polizia di Stato come Commissario della Polizia di Stato R.S. Nel frattempo aveva ripreso gli studi universitari in Giurisprudenza, conseguendo la laurea all’Università “La Sapienza” di Roma nel 2002. Nello stesso anno si congeda dalla Polizia di Stato, per essere assunto dalla Bristol - Myers Squibb Italia come Security Senior Manager, dove rimarrà fino al 2009. Nel frattempo studia Scienze Forensi alla Facoltà di Medicina e Chirurgia de “La Sapienza” di Roma conseguendo il Master di II livello quale Criminologo Forense. Dal 2009 è iscritto all’Ordine degli Avvocati della Provincia di Latina e tuttora esercita la professione forense quale avvocato. Teresa De Luca, 43 anni, laureata in Scienze politiche con indirizzo politico-giuridico, responsabile ufficio acquisti di due importanti aziende sul territorio curando anche gli accordi con i paesi dell'estero, oggi consulente aziendale nel settore giuridico-amministrativo. Marco Iannarilli, 39 anni, impiegato, ex giocatore del Latina Calcio, presidente del settore giovanile della società Latina Scalo Cimil e della Asd “Alessandro Iannarilli”, "è impegnato da sempre nel mondo dello sport e del sociale, con particolare attenzione rivolta ai ragazzi e all’infanzia. E’ alla sua prima candidatura in consiglio comunale, ha scelto Nicola Calandrini per l’onestà, la trasparenza e la concretezza evidenziate nel costante contatto con le persone". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400