Via libera a maggioranza dalla commissione Sviluppo economico del Consiglio regionale del Lazio al regolamento di attuazione della nuova legge sugli arenili (legge regionale n. 8/2015). Molte le novità, a partire dalle concessioni non rinnovabili automaticamente per gli stabilimenti balneari, dalle procedure di evidenza pubblica per assegnarle, fino ai varchi aperti ogni 300 metri per l'accesso alle spiagge. Nel regolamento viene ribadito l'obbligo per i Comuni di riservare almeno il 50 per cento dell'arenile a spiagge pubbliche.
Tre le tipologie di utilizzo delle spiagge che vengono individuate e regolamentate: stabilimenti balneari, spiagge libere con servizi e spiagge libere. Gli stabilimenti balneari, in particolare, non sono più caratterizzati dalla presenza di cabine, ma dalla possibilità a loro riservata del preposizionamento delle attrezzature. Il cuore del provvedimento è rappresentato dalle nuove norme che regolano le concessioni, i varchi e la tutela della "libera visuale del mare", che viene considerata un bene pubblico.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (20 giugno 2016)