Le opere abusive realizzate sull’isolotto di Palmarola sono da abbattere. La conferma arriva anche dalla sesta sezione del Consiglio di Stato, dopo che anche il Tar di Latina le aveva dichiarate illegittime. Gli abusi edilizi in questione sono quelli realizzati dalle società Porzia e Calpurnia, proprietarie di un immobile sito nell’isola di Palmarola nel Comune di Ponza. Avevano impugnato davanti al T.A.R. per il Lazio, sostenendone l’illegittimità, il provvedimento (n. 5 del 21 gennaio 2008, con il quale il sindaco di Ponza ha ordinato la demolizione di opere edilizie eseguite in assenza di permesso di costruire. In particolare avevano realizzato «un manufatto in muratura costituito da pietre poste a faccia vista con malta cementizia e copertura in laminati metallici, tavolate e canneti», un seminterrato con 2 ingressi e due finestre sul prospetto principale.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (20 giugno 2016)