Si era tuffato in mare con gli amici e tra un gioco e una battuta non si è reso conto che la corrente lo stava trascinando dove l’acqua è troppo alta per chi, come lui, non sa nuotare: ha rischiato di trasformarsi in tragedia la gita a Foce Verde per un diciassettenne di Cori, salvato da due bagnini dell’associazione Terrapontina che presidia le spiagge del lungomare latinense, e da un poliziotto libero dal servizio che, come gli assistenti bagnanti, non ha esitato a lanciarsi tra le onde.
Il mare era mosso, ma L.C., queste le iniziali dell’adolescente, non voleva rinunciare al bagno in mare, facendo attenzione a restare dove l’acqua non era troppo profonda perché non sa nuotare. Probabilmente a causa di un momento di distrazione il diciassettenne non si è reso conto che la corrente lo stava trascinando velocemente e quando ha realizzato di essere in pericolo era troppo tardi per tornare indietro: ha iniziato a bere acqua ed è stato velocemente travolto dalle onde.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (21 giugno 2016)