Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

.




Bellezza in passerella, torna Miss Circeo
0

Livelli baronali, scatta l'interrogazione in Parlamento

San Felice Circeo

La grana dei livelli baronali disseminati qua e là sul territorio di San Felice Circeo arriva in Parlamento con una interrogazione firmata da Filiberto Zaratti (Sinistra Italiana) e Nazzareno Pilozzi (Partito Democratico) e indirizzata al Ministro dell’Economia e delle Finanza Pier Carlo Padoan. La notizia è stata data nel corso dell’incontro di venerdì sera promosso dall’associazione “Lapis” - presente l’amministrazione nella persona del vicesindaco Eugenio Saputo -, durante il quale il presidente Vincenzo Bianchi e gli avvocati Valentina Tirotta e Fabio Serrecchia con un excursus storico e legale hanno spiegato in cosa consistono i cosiddetti livelli baronali, la cui genesi è riportata anche all’interno della citata interrogazione parlamentare.
Tutto nasce nel 1898, quando - era il 29 aprile - il feudo di San Felice Circeo fu acquistato dal barone James Aguet. Alcuni terreni furono poi dati in concessione per un certo termine temporale a fronte del corrispettivo di un canone, da pagarsi in denaro oppure con una percentuale sul raccolto o con diversa prestazione. Ad oggi di quei diritti ce n’è ancora traccia concreta, visto che effettuando le visure catastali di alcuni immobili gli eredi Blanc e Aguet risultano proprietari dell’area, mentre i privati, anche magari quelli che sui fondi hanno edificato, risultano titolari solamente del diritto di superficie.

L'articolo completo in edicola su Latina Oggi (26 giugno)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400