Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

.




Tribunale Latina
0

Sequestro confermato a Barberini

Latina

Il Tribunale delle imprese ritiene infondato il ricorso dell’ex amministratore del gruppo Midal

Il Tribunale delle imprese di Roma ha confermato la misura del sequestro conservativo dei beni di Paolo Barberini fino alla concorrenza di quattro milioni di euro come chiesto dalla curatela del fallimento Midal spa, il più grande crac registrato in provincia di Latina che ha prodotto la chiusura di 18 supermercati a marchio Sidis e la fine di uno dei colossi della distribuzione alimentare nel centro Italia. La curatela Midal aveva dunque già ottenuto il sequestro dei beni ma avverso quel provvedimento era stato depositato il ricorso di Barberini che è uno dei principali imputati al processo per la bancarotta della spa. Barberini è cessato dalla carica di amministratore della spa nel 2010 e sussiste per il Tribunale amministrativo il «fondato timore» che la curatela del fallimento possa perdere la garanzia del credito; e altresì c’è il timore che l’ex amministratore «possa disfarsi dei propri beni per sottrarli alla soddisfazione del creditore» proprio in considerazione delle «confessate condotte distrattive poste in essere quale amministratore della Midal».

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (5 luglio 2016)

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400