Primi interrogatori dopo gli arresti della scorsa settimana nell'ambito dell'inchiesta antidroga denominata "Terminal". Il gip Pierpaolo Bortone ha interrogato oggi Gennaro Marano, detto Genny, 19 anni, residente a Terracina, il brasiliano Bruno Santos Menichini, 26 anni, residente a Roma, e il terracinese Alessandro Cascarini, detto Il Giaguaro. Marano, difeso dall'avvocato Giuseppe Lauretti, ha rilasciato soltanto delle dichiarazioni spontanee, sostenendo di aver preso a volte droga, ma di non avere alcuna pistola e che l'arma di cui parlava quando è stato intercettato non esiste, avendo detto quelle parole solo per fare colpo su una ragazza. Il brasiliano ha ammesso di aver comprato a volte droga e Cascarini ha invece respinto tutte le accuse. Secondo gli inquirenti, gli indagati si rifornivano di sostanze stupefacenti a Roma e Napoli, che poi spacciavano a Latina e Terracina.