Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

.




La liberazione del pendolare sulla Roma - Formia e la dedica "speciale" sul treno delle 17.52
0

La liberazione del pendolare sulla Roma - Formia e la dedica "speciale" sul treno delle 17.52

Lo scatto

Ritardi congeniti, caldo d'estate e freddo d'inverno. E poi il posto quasi sempre in piedi, la sveglia all'alba e il rientro a pomeriggio inoltrato, sempre se non ci sono (come invece avviene molto più spesso) dei cambi di programma dovuti a guasti o guai di ogni sorta. Insomma, la vita del pendolare la si può comprendere solo se la si è vissuta in prima persone. E soltanto così si può capire anche la liberazione di chi, dopo 21 anni di lunga e onorata "carriera" trascorsa sui vagoni della disastrata linea Roma- Formia, da domani smetterà di prendere quel treno maledetto chissà quante volte. Una gioia così grande che la persona in questione ha voluto addirittura dedicare un pensiero a quel posto occupato tante volte, lasciando su uno dei sedili del Regionale per Formia delle 17.52 un telo con una scritta eloquente: "Continua a viaggiare da solo se vuoi... io dopo 21 anni... te saluto!!!". Inutile dire che la foto ha presto fatto il giro del web e, quasi per una forma di rispetto per quel cimelio, il posto, nonostante il treno affollatissimo, è rimasto per tutto il viaggio completamente vuoto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400