Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

.




Moscardelli (Pd): "L'Agenzia del Farmaco può avere sede a Latina"
0

Moscardelli (Pd): "L'Agenzia del Farmaco può avere sede a Latina"

La proposta a Renzi

Il senatore del Partito democratico Claudio Moscardelli lancia una proposta che certamente farà discutere: portare la sede dell'Agenzia Europea del Farmaco a Latina. Dopo l'uscita dell'Inghilterra dall'Ue, infatti, è l'Italia il Paese in pole position per ospitare la sede dell'importante istituzione comunitaria. Milano ha già avanzato la candidatura e Moscardelli è intenzionato nei prossimi giorni a proporre al premier Matteo Renzi anche Latina come possibile sede. Del resto, sul territorio provinciale pontino, ha sede uno dei poli chimico farmaceutici tra i più importanti dell'intero territorio nazionale ed Europeo.

"L’uscita da parte di Londra dall’Unione Europea porterà a breve nuovi scenari sul fronte economico ed istituzionale che il sistema paese deve saper affrontare proponendo soluzioni che diano una nuova prospettiva politica ad un progetto fondamentale per tutti noi - afferma in una nota Claudio Moscardelli -  All’interno di questo scenario anche il territorio pontino dovrà imparare a svolgere un ruolo diverso al passato e il riferimento riguarda in primis i ragionamenti che in queste ore si stanno sviluppando intorno allo spostamento da Londra in Italia dell’Agenzia Europea del Farmaco (Ema) con i suoi 700 dipendenti, ma soprattutto con la titolarità dei contatti con tutte le case farmaceutiche del mondo. Oggi, nelle statistiche nazionali la Provincia di Latina é al primo posto per quanto riguarda i volumi di produzione e di export nel settore farmaceutico, al suo interno operano tra le industrie piú importanti del settore ed alcune di queste, come il caso Abbive hanno effettuato nuovi investimenti produttivi. In altre, parole il nostro territorio ha le carte in regola per partecipare alla sfida che si apre, sfida che a sua volta vuol dire progettare una nuova stagione di sviluppo industriale per la Provincia di Latina attraverso lo sviluppo di un settore, quale quello farmaceutico, con un forte tasso di innovazione.

Per centrare questo obiettivo il sistema politico deve saper fare dimostrare di essere all’altezza costruendo i cardini di una proposta di politica industriale da condividere con i rappresentanti del settore e successivamente alle istituzioni Regionali e Nazionale, per dimostrare la maturità di un territorio che è capace di progettare in modo intelligente il suo futuro che non può prescindere da una nuova reindustrializzazione.

In queste ore città importanti come Milano hanno mosso i primi passi in questa direzione, noi non possiamo attendere e per questo è fondamentale agire con determinatezza insieme a tutti gli attori locali e lanciare la nostra canditatura all’interno di un progetto credibile, anche alla luce degli investimenti infrastrutturali già programmati come l’autostrada Roma/Latina e la bretella Cisterna/Valmontone, opere inspensabili per la competitività del sistema produttivo pontino. A breve sottoporró la questione al Presidente del Consiglio Matteo Renzi e al Governatore Nicola Zingaretti per avviare subito dopo un tavolo di concertazione tra istituzioni locali (comuni e Provincia di Latina)imprese farmaceutiche ed organizzazioni sindacali al fine di formalizzare una proposta concreta".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400