Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

.




Il sindaco Bartolomeo indagato per abuso d'ufficio e voto di scambio

Il sindaco Sandro Bartolomeo

0

Rubinetti sempre a secco, Bartolomeo si scaglia contro Acqualatina

Formia

Con una città in cui i rubinetti sono da settimane perennemente a secco, il sindaco Sandro Bartolomeo si scaglia contro il gestore idrico. “Le giustificazioni di Acqualatina non bastano, deve darci spiegazioni molto più convincenti”, ha dichiarato il primo cittadino di Formia. Ancora: “Ci chiediamo quali risultati abbiano determinato gli investimenti che Acqualatina sistematicamente dichiara come risolutivi dei problemi dell’approvvigionamento idrico delle nostre città. Nei fatti la situazione di Formia somiglia a quella di ventitré anni fa che allora il Comune risolse da solo e che oggi si ripresenta drammaticamente nonostante i presunti interventi effettuati dal gestore. Lo diciamo con chiarezza: non siamo più disponibili a gestire ogni estate queste situazioni di emergenza. Acqualatina ci deve spiegare se la situazione attuale è frutto di una contingenza e, francamente ne dubitiamo, o se piuttosto siamo in presenza di carenze strutturali causate non tanto dall’assenza della risorsa primaria, l’acqua, di cui invece Formia è storicamente ricca, ma da una distribuzione deficitaria, conseguenza di reti idriche fatiscenti e mai messe in condizione di funzionare al meglio. Se questi sono i frutti di quindici anni di lavoro - prosegue Bartolomeo - durante i quali Acqualatina ha operato con l’apporto determinante di un gestore privato di grande esperienza nel campo della gestione delle acque quale è Idrolatina, si rafforza la convinzione che esprimiamo da tempo, cioè che sia assolutamente necessario un cambio gestionale radicale nel senso di una completa pubblicizzazione della società. Poco ci convince l’attuale management, specie quello di espressione pubblica, totalmente prono alle esigenze del privato e mai capace di aprire una vertenza sulla insufficienza globale del servizio. Siamo consapevoli che esistono diversi livelli di gestione del problema. Le questioni relative alla natura della società le avanzeremo nelle sedi opportune. Oggi chiediamo ad Acqualatina, al suo Amministratore delegato, l’ing. Raimondo Besson e al responsabile della Manutenzione, l’ing. Ennio Cima, di venire a Formia (che ricordiamo è sede di una delle più importanti sorgenti del territorio provinciale) per chiarire fino in fondo quali siano le problematiche riguardanti la captazione dell’acqua e le reti di distribuzione e quali gli interventi previsti per la loro soluzione, nel breve e nel medio periodo. Nello stesso incontro – conclude il primo cittadino di Formia - gradiremmo che i responsabili di Acqualatina fornissero chiarimenti anche in merito alla rete fognaria, al funzionamento del sistema di depurazione e della condotta sottomarina, considerando che nella nostra città si verificano periodicamente episodi, per lo più incontrollati, di smaltimento in mare di reflui non trattati direttamente”. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400