Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

.




Presidenza del Consiglio e commissioni, il pasticcio degli uffici

Gli uffici comunali di via Farini

0

Presidenza del Consiglio e commissioni, il pasticcio degli uffici

Latina

Le riunioni della conferenza capigruppo di mercoledì e ieri mattina si sono svolte nella sala giunta di piazza del Popolo. Una cosa atipica, se consideriamo che esecutivo e Consiglio dovrebbero essere separati. Ma è stata una soluzione di “fortuna” e si spera anche temporanea. Sì perché da un paio di mesi gli uffici dell’Intendenza di Finanza dove si trovava la sede della Presidenza del Consiglio e delle commissioni consiliari è stata traslocata. Ma non in una nuova sede, che ancora non c’è. E proprio a causa di questo addio alla struttura di piazza del Popolo, anche gli uffici dei gruppi consiliari sono inutilizzabili: infatti gli arredi traslocati sono adesso sistemati in via temporanea nei locali di via Farini, dove c’erano i gruppi. Un bel problema, ora, per l’assessore all’Organizzazione Antonio Costanzo, che sta valutando in quale struttura traslocare gli uffici della presidenza.
In verità i locali disponibili non sono molti e mentre la conferenza capigruppo può tranquillamente proseguire la propria attività nella sala Giunta in assenza di strutture migliori (in passato, prima dell’era Calandrini, veniva utilizzata quella sala) più complicata è la questione degli uffici della presidenza e per i gruppi consiliari. Qualcuno ipotizza che in via Farini si possa fare tutto, dall’ufficio del presidente ai gruppi consiliari. Diciamo che starebbero un po’ stretti, sul modello del mini appartamento di Pozzetto nel “Ragazzo di campagna”. Altra ipotesi, molto più praticabile, è quella del primo piano dell’ex Albergo Italia di piazza del Popolo. In questo caso andrebbe effettuato un nuovo trasloco per portare gli arredi accatastati in via Farini, di nuovo in piazza del Popolo, il tutto a spese dell’ente. Se pensiamo che Intendenza e Albergo Italia distano 50 metri scarsi l’uno dall’altro, si capisce quanto assurdo sia il tutto.
Per le riunioni delle commissioni, invece, è probabile l’uso in una prima fase della sala in cui si sono svolte quelle dell’Urbanistica oppure la Sala De Pasquale. L’unica certezza, al momento, è che ci vorrà tempo per risolvere questo problema. La scelta del riordino degli uffici della presidenza è stata presa dal Commissario Giacomo Barbato ma senza indicare la soluzione, rinviata all’amministrazione entrante. La quale, adesso, deve sbrigarsi a trovare locali idonei, sperando di contenere il più possibile gli esborsi per le casse già esangui dell’ente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400