Un processo davvero “difficile” quello a carico di Daniele Bianchi, 37enne di Aprilia che nei giorni scorsi ha registrato un ulteriore stop. Questa volta nessun gesto inconsulto, nessuna minaccia, nessuna offesa, nessuno sputo diretti ai propri legali o a qualche pubblico ministero. Daniele Bianchi, accusato di violenza ai danni della sua ex fidanzata che lo accusa di averla legata e tenuta rinchiusa in casa, nelle scorse ore, quando è ripreso per l’ennesima volta il processo ha infatti chiesto il trasferimento ad un’altra sede giudiziaria. Alla base di questa richiesta ufficializzata al Tribunale di Latina, ci sarebbe la percezione tutta dell’imputato che sia venuto a mancare un clima sereno in aula. 

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (18 luglio)