Slitta la decisione sulle sei richieste di rinvio a giudizio per la cosiddetta variante Malvaso. Per un problema con le notifiche dell'udienza ad alcuni imputati, il giudice Pierpaolo Bortone ha fatto slittare il procedimento al prossimo 31 ottobre. A rischiare un processo sono l'ex consigliere e costruttore Vincenzo Malvaso, l’ex assessore all’urbanistica del Comune, Giuseppe Di Rubbo, il dirigente comunale Ventura Monti, i due tecnici comunali Marco Paccosi e Fabio De Marchi, e il progettista e direttore dei lavori Antonio Petti, accusati a vario titolo di falso, abuso d’ufficio e violazioni delle norme urbanistiche per la variante Piave, con cui venne dato il via libera alla realizzazione della palazzina dello stesso Malvaso nei pressi della rotonda del borgo.