La Ecoambiente srl ha impugnato il piano regionale dei rifiuti e ne chiede l’annullamento perché non prevede l’impianto che la stessa avrebbe dovuto realizzare a Borgo Montello con annessa discarica, per la quale è stato chiesto ulteriore sovralzo. Dunque la società indirettamente partecipata dal Comune di Latina insiste nel voler continuare l’attività industriale nella vecchia e immensa discarica e adesso l’ente di piazza del Popolo si trova a dover giocare su due tavoli: quello politico in cui chiede la progressiva chiusura del sito e quello di socio coinvolto (tramite la partecipata Latina Ambiente) in questa partita per proseguire l’attività. La costruzione della struttura è stata già affidata a Daneco spa, ossia il socio di minoranza della Latina Ambiente. Ecoambiente ha chiamato in causa anche la Provincia di Latina da sempre contraria a nuovi impianti di quel tipo.

L'articolo completo in edicola su Latina Oggi (23 luglio 2016)