Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

.




Rifiuta l'alcol test Denunciato dai carabinieri
0

Ruba pezzi d'auto in serie viene arrestato ma poi torna in libertà

Latina

Era arrivato a Latina appositamente per rubare pezzi di ricambio dalle vetture in sosta, per l’esattezza filtri antiparticolato, ma è finito nella trappola tesa dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile che lo hanno arrestato dopo un rocambolesco inseguimento. L’operazione dei militari ha permesso di assicurare il ladro alla giustizia, ma Gjeto Gjetoujkaj, albanese di 33 anni, dopo avere trascorso una notte nelle camere di sicurezza della caserma Vittoriano Cimmarrusti è tornato in libertà: ieri mattina il giudice monocratico del Tribunale di Latina dopo avere convalidato il suo arresto ha concesso i termini a difesa rinviando l’udienza a settembre, ma non ha accolto la richiesta di custodia cautelare in carcere avanzata dal pubblico ministero, optando invece per il solo obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria due volte alla settimana.
L’operazione ieri notte è scattata poco prima delle quattro quando un residente di via Secchia, traversa di via Piattella alle porte del centro, svegliato da strani rumori provenienti dalla strada è corso alla finestra. Il testimone è un appuntato scelto dei carabinieri che, consapevole della frequenza con cui si registrano i furti in quella zona, non ha avuto difficoltà a individuare sotto casa la figura di un uomo che si aggirava tra le auto: senza farsi notare ha studiato i suoi movimenti e quando lo ha visto intrufolarsi sotto una vettura ha subito dato l’allarme al 112. Una pattuglia del radiomobile è piombata in via Secchia in una manciata di secondi e, con l’ausilio di una volante della polizia, ha stanato il ladro che è riuscito in un primo momento a scappare, ma è stato chiuso da militari e agenti dopo un rocambolesco inseguimento.
Al momento della cattura l’albanese aveva ancora con sé gli arnesi da scasso e poco lontano aveva lasciato il primo filtro smontato. All’arrivo delle pattuglie ne stava smontando un altro e forse sarebbe andato avanti ancora per molto, provocando non pochi danni agli ignari automobilisti visto che la sostituzione dell’antiparticolato può comportare una spesa di diverse centinaia di euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400