Unindustria prova a entrare indirettamente nella gestione dei rifiuti a Latina, passando non dal bando bensì dalla composizione azionaria della Latina Ambiente. Una cordata di imprese del settore offre a Daneco spa di acquistare il pacchetto di minoranza per subentrare alla spa del gruppo Colucci, sul modello di quanto sta facendo Acea in Acqualatina. Ma perché l’operazione abbia un senso è necessario che la Latina Ambiente sia in condizioni di presentare un’offerta e ora non lo è. Dunque si spera che l’amministrazione comunale decida per un’altra proroga del termine di presentazione delle offerte (ora fissato al 4 agosto) in modo da consentire alla Latina Ambiente di presentare una sua proposta competitiva con quelle di altri gruppi del settore e nel frattempo potrebbe andare avanti la compravendita delle azioni di Daneco. In questo gioco di scacchi le scelte dell’ente-socio sono determinanti ma anche Daneco spa ha un suo peso specifico.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (31 luglio 2016)