Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

.




Sequestrano un cittadino tedesco a scopo di estorsione: arrestati  tre nomadi di Al Karama.
0

A processo per il sequestro di persona

Latina

La Procura chiede il giudizio immediato per i tre stranieri accusati di aver rapito a scopo di estorsione un cittadino tedesco

La Procura ha chiesto il giudizio immediato per i presunti responsabili del sequestro a scopo di estorsione nei confronti di un cittadino tedesco, liberato dalla Squadra Mobile di Latina coordinata con l’Interpool e con i colleghi tedeschi, al termine di un blitz congiunto avvenuto lo scorso 25 aprile. È questa la mossa degli inquirenti dell’Antimafia a cui è finito il fascicolo e che hanno puntato sull’immediato, un rito previsto quando c’è l’evidenza della prova.
Due imputati al momento sono in carcere mentre un terzo minore è detenuto agli arresti domiciliari. Secondo la ricostruzione della polizia il cittadino tedesco si era invaghito di una donna del centro di Al Karama e si era presentato in Italia ma era stato chiuso e sequestrato in una baracca fino a quando non era riuscito a dare l’allarme alla sorella inviandole un messaggio, a quel punto era scattato un piano mirato che aveva permesso di liberare l’uomo e arrestare i suoi aguzzini: Mirabela Iordache di 27 anni, Vialis Baldovin Tomescu di 20 e F.H. un minore che devono rispondere dell’accusa di sequestro di persona a scopo di estorsione ed è per questo che il fascicolo è finito all’Antimafia.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (6 agosto 2016)

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400