Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

.




Coletta presenta le linee programmatiche. L'opposizione: manca la concretezza
0

Coletta presenta le linee programmatiche. L'opposizione: manca la concretezza

Latina

Una città ideale, una città dei diritti. E’ la Latina che sogna Damiano Coletta e che prova a spiegare nelle linee programmatiche di questa sua prima esperienza amministrativa. Lo fa prendendo la parola per primo per poi fare uno strappo alla prassi e concedere a ogni assessore di illustrare il proprio percorso programmatico. Il sindaco Coletta dice che «queste linee programmatiche non sono un libro dei sogni, perché la città è stata già ingannata in passato. Bene Comune, città dei diritti e partecipazione sono le parole d’ordine di questo documento». Il sindaco passa in rassegna i punti più delicati, parla di trasparenza, di «casa di vetro». Prova a disegnare una città inedita, fatta di partecipazione, di equità fiscale, di bilanci sociali e di turismo slow, lento, che punta sulle eccellenze locali, dal lago di Fogliano a l parco del Circeo passando per il mare e Satricum. Sull’urbanistica non vengono fatti accenni al Piano Regolatore ma viene ribadita la promessa fatta in campagna elettorale: basta con il cemento. I progetti riguardano la Marina, il Trasporto Pubblico e l’Edilizia Pubblica, che, annuncia il sindaco, sarà fatta in concertazione con le categorie interessate. Per l’ambiente Coletta conferma di puntare «sull’economia circolare, Trovare cassonetti e rifiuti per strada indegno. Per questo spingeremo per una differenziata porta a porta, spinta, fino ad arrivare al 65% e alla chiusura delle discariche». 

L'opposizione boccia in maniera compatta queste linee programmatiche. Nicoletta Zuliani del Pd fa notare l'assenza di concretezza delle linee programmatiche. "In questo modo, così come ci avete presentato le cose, non sarà verificabili l'attuazione delle linee programmatiche. L'azione amministrativa sarà centrata su legalità e trasparenza? Bene, ma questo è un principio,non una cosa da fare, un punto di programma". Sempre dal Pd Massimiliano Carnevale ricorda come "abbiamo atteso 60 giorni per avere in cambio il vuoto. mancano i tempi di realizzazione degli interventi, manca totalmente una visione della città. Su metro, cittadella cosa facciamo? Non ci sono soluzioni. Non ci sono proposte. Deve dare risposte adesso: a settembre avremo perso un altro mese". Alessandro Calvi: "Metodo partecipazione, poi ve lo dimenticate sulla gara per i servizi sociali dove decide l'assessore senza coinvolgere il consiglio o la commissione. Sappiamo tutto a cosa fatte. Siate coerenti. Avete bocciato la mozione per i soldi alle scuole perché non c'era partecipazione e invece questo bando va bene? Latina Ambiente e sociale sono scelte politiche di cui avete difficoltà a esprimere i motivi".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400