Storica impresa sul Lagoa Stadium di Rio de Janeiro dove nel quattro senza il terracinese Lodo ha brillato insieme a Vicino, Castaldo e Montrone. L'imbarcazione azzurra è partita piano ma poi ha recuperato con la forza dell'orgoglio sul Sud Africa conquistando uno splendido bronzo dietro alle imprendibili Gran Bretagna e Australia. Un equipaggio formato da atleti che hanno sudato e lavorato per tutto l'anno sulle acque del Lago di Sabaudia per preparare al meglio l'impegno a cinque cerchi. Grande gioia a Terracina per Matteo, classe 1994 e un futuro più che roseo davanti a lui. Un futuro cominciato con un bronzo che sa di oro al primo appuntamento olimpico della sua carriera dopo le 6 medaglie d’oro, quattro ai mondiali, 2011 e 2012 sull’otto junior, 2014 nel 2-U23 e nel 2015 sul quattro senza senior. Due  anche le vittorie ai Campionati europei da junior oro sull’otto junior nel 2011 e nel 2012. 

"Abbiamo dato tutto e ci siamo riusciti. Una grande prova da parte di tutti", queste le parole commosse subito dopo la regata del campione terracinese.