Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

.




Mare in tempesta: i salvataggi tra Ponza e Palmarola
0

Bilancio di Ferragosto della Capitaneria tra maxi multe e sequestri

Da Fondi e Minturno

La Guardia costiera ha tracciato un bilancio dell'attività svolta a Ferragosto tra Fondi e Minturno. “L’attività di vigilanza da parte dei militari del Compartimento marittimo di Gaeta - fanno sapere dalla Capitaneria - è proseguita nel fine settimana di Ferragosto con un considerevole dispiegamento di pattuglie di terra e mezzi navali lungo tutti i 200 km di litorale di giurisdizione, comprendendo le isole pontine. La vicinanza delle istituzioni al personale della Guardia Costiera presente sul territorio, in questo momento di particolare impegno operativo, è stata testimoniata nella giornata di Ferragosto dalla visita presso la sede del Compartimento marittimo di Gaeta da parte del sindaco della città, Cosmo Mitrano. Alla sala operativa della Guardia Costiera di Gaeta è giunta anche la telefonata del prefetto di Latina, Pierluigi Faloni, che ha augurato “buon lavoro” a tutto il personale impegnato, in mare, lungo il litorale e nelle sale operative, a garantire sicurezza e legalità ai numerosi bagnanti e diportisti che hanno scelto la costa del sud pontino per trascorrere la giornata clou della stagione estiva. Tredici i mezzi navali - tra motovedette e gommoni - impiegati in mare, con circa ottanta uomini e donne dei diversi Comandi del compartimento marittimo che, in questi giorni, hanno pattugliato le coste e le acque di giurisdizione, nell’ambito dell’operazione “mare sicuro”, condotta sotto il coordinamento della Direzione Marittima del Lazio, al fine di garantire la corretta e sicura fruizione del litorale, contrastando comportamenti illeciti e pericolosi. Gli equipaggi delle motovedette, impegnati in attività di pattugliamento dal litorale di Scauri alle acque antistanti le spiagge del Comune di Fondi, hanno effettuato controlli alle unità da diporto ponendo particolare attenzione, nel corso dell’attività di vigilanza, al rispetto della fascia di balneazione da parte dei diportisti. Tale attività di controllo consentiva di accertare lungo la costa di Sperlonga la presenza di 2 unità navali all’interno della fascia riservata ai bagnanti. I militari della Guardia Costiera, dopo aver fatto allontanare dalle aree interdette le unità, elevavano sanzioni amministrative di oltre 700 euro, ai due diportisti, entrambi originari di Roma. Inoltre nelle acque antistanti il Comune di Fondi, a pochi metri dalla battigia, è stata accertata la presenza di un acquascooter al cui conduttore di origini romane è stato elevato un verbale amministrativo di oltre 300 euro, non essendosi questi mantenuto ad una distanza di 500 metri dalla costa. Gli uomini in borghese delle pattuglie di terra hanno effettuato attività di vigilanza lungo le spiagge di Gaeta e Sperlonga, per assicurare la libera fruizione delle spiagge libere nonché verificare l’osservanza, da parte delle strutture balneari, delle norme vigenti a tutela dei bagnanti, in particolare la presenza degli assistenti di salvataggio che, si ricorda, hanno l’obbligo di prestare la loro attività in modo continuativo durante l’orario di balneazione. Al termine dell’attività i militari della Guardia Costiera di Gaeta accertavano, sul litorale di Serapo, l’occupazione abusiva di spiaggia libera, denunciando alla Procura della Repubblica di Cassino il trasgressore e ponendo sotto sequestro oltre 40 attrezzature balneari tra ombrelloni e lettini posizionati illecitamente ancora prima della richiesta del cliente. Si ricorda a tutti i bagnanti e diportisti che è attivo 24 ore su 24 il numero blu gratuito 1530 al quale risponde la Guardia Costiera per le emergenze in mare e che sul sito istituzionale www.guardiacostiera.gov.it , nella sezione dedicata alla Capitaneria di Porto di Gaeta, è possibile visualizzare le ordinanze vigenti in materia di sicurezza della balneazione e della navigazione”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400