Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

.




La sede dell’ospedale Santa Maria Goretti di Latina
0

Picchia brutalmente la nonna e le rompe il bacino, arrestato un 36enne

Latina

E' stata percossa con talmente tanta violenza che ha riportato la frattura del bacino. A picchiare selvaggiamente l'anziana signora è stato il nipote fermato solo grazie all'intervento della polizia. E' quanto accaduto ieri in via Litoranea dove la Volante della Questura di Latina è intervenuta nel pomeriggio perchè era stata segnalata una lite in famiglia .

Quando gli agenti della squadra Volante, hanno raggiunto l'abitazione, hanno potuto accertare che l'anziana, poco prima, era stata violentemente malmenata e minacciata dal proprio nipote, il tutto avvenuto alla presenza del figlio dell’anziana signora, il quale, nonostante l’aiuto di un vicino di casa che era prontamente intervenuto per farlo desistere da tali atteggiamenti violenti e soccorrere la donna ultraottantenne, non era riuscito a fermare il figlio che aveva aggredito anche il vicino.

La stessa cosa faceva anche nei confronti degli agenti intervenuti rivolgendosi loro in modo violento, minaccioso ed oltraggioso, tentando invano di fuggire. La donna, a seguito delle percosse subite ha dovuto fare ricorso alle cure dei medici dell’ospedale Santa Maria Goretti dove le è stata riscontrata, in particolare, la frattura del bacino, ottenendo, per il momento, 40 giorni di prognosi.

Anche per un’agente intervenuto sul posto si sono rese necessarie le cure dei sanitari del citato nosocomio, infatti è stato refertato con 6 giorni di prognosi per le contusioni riportate alla spalla ed al gomito destro.

Il fermato, condotto in Questura, è stato identificato per Daniele Sciotti 36 anni pregiudicato, il quale, dopo  le formalità di rito, è stato tratto in arresto per maltrattamenti in famiglia, minaccia aggravata, lesioni personali e danneggiamento, nonché per violenza, resistenza, minaccia e lesioni a pubblico ufficiale ed associato presso la Casa Circondariale di Latina a disposizione della competente Autorità giudiziaria.

L’arrestato comunque, non è nuovo a simili atteggiamenti, infatti circa 15 giorni fa anche il padre del 36enne aveva fatto ricorso alle cure dei dottori del presidio medico di Cisterna di Latina per le ferite riportate dopo essere stato brutalmente malmenato dal figlio. Nei mesi precedenti, alle manifestazioni violente di Sciotti non si sono salvate nemmeno le autovetture dei suoi familiari, a cui ha ripetutamente forato i pneumatici e danneggiato la carrozzeria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400