Il bando per l’affidamento del servizio di gestione degli asili nido comunali di via Budapest, via Aniene e via Gran Sasso d’Italia non permette la piena partecipazione delle cooperative. Una tesi semplice ma correlata da un’attenta analisi dei dati quella avanzata dal Consorzio Parsifal, realtà che rappresenta 19 cooperative sociali quasi tutte operanti nel Lazio e specializzata nella conduzione degli asili nido e nelle strutture per l’infanzia. L’appello lanciato all’amministrazione comunale, che viene sostenuto dalla Uil di Latina, si basa innanzitutto sul fatto che l’appalto in oggetto non permette di applicare il Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro delle cooperative sociali: come spiegano nella loro nota il presidente e il direttore generale del Consorzio Parsifal, rispettivamente Daniele Bruno Del Monaco e Renato Incitti, l’importo a base di gara della procedura è pari a 571.823,95 euro, al netto dell’Iva, ma solo il costo del personale (previsto negli atti se si applica il Ccnl delle cooperative sociali) necessiterebbe di 657.223,50 euro per coprire i costi del coordinatore, delle 18 educatrici, delle 3 cuoche e dei 9 ausiliari (per un totale di 31 unità e 35.260 ore lavorative).

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (20 agosto 2016)