Sarà inviato oggi all’autorità nazionale anticorruzione il bando europeo per il servizio di igiene urbana rispetto al quale il Comune di Latina vuole delle risposte e dei chiarimenti. Si tratta del bando che l’amministrazione guidata da Damiano Coletta ha sospeso con un atto del dirigente dopo che si era già completato l’iter della presentazione delle offerte. L’apertura delle buste è stata rimandata sine die, in attesa appunto di una risposta dell’Anac rispetto ai quesiti tecnici sul contenuto del bando avanzati dall’ente di piazza del Popolo. Questa mattina, dopo l’ultima revisione da parte degli uffici, il bando coi relativi quesiti sarà inviato all’Anac per mezzo della pec. L’autorità darà una risposta entro trenta giorni. Dunque, la speranza della giunta Coletta è di chiudere questa partita relativa al bando dei rifiuti per fine settembre, così da dare il via all’iter per la gestione in house del servizio di igiene urbana, la strada prediletta dalla maggioranza consiliare.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (23 agosto 2016)