Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

.




Il nuovo patto  delle Asl
0

Commisssioni medico-legali, sul bando dubbi di corruzione

Latina

Interrogazione urgente in Regione del consigliere Giuseppe Simeone: «C’era già una graduatoria disponibile che è stata snobbata»

Una serie di anomalie nel bando per la selezione delle commissioni medico-legali portano la vicenda direttamente sotto i riflettori della Regione Lazio. Riassunta in breve è una storia che somiglia a molte altre: la Asl di Latina aveva a disposizione una graduatoria di medici per formare le commissioni ma ha deciso di ignorarla e di indire un altro bando che, secondo il consigliere di Forza Italia Giuseppe Simeone, è stato redatto con criteri lontani dalla trasparenza minima. «Un avviso pubblico su cui, per evidenti incongruenze, e a seguito delle sollecitazioni ricevute dal territorio, ero intervenuto nei mesi scorsi - dice Simeone - chiedendo ai vertici della Asl di prendere in considerazione la possibilità di verificarne e revisionarne i criteri con la conseguente riapertura dei termini. Motivi che, stando l’assenza di risposte, mi hanno portato a depositare un’interrogazione urgente a risposta scritta nella quale ho chiesto di conoscere per quali ragioni, per la composizione delle nuove commissioni medico legali, non sia stata utilizzata la graduatoria scaturita dall’avviso emanato dalla Asl di Latina nel 2012; se, e con quali atti puntuali siano stati modificati a seguito della definizione delle commissioni medico – legali; se non si ritiene che la modifica di alcuni criteri di partecipazione, effettuata a posteriori rispetto alla pubblicazione dell’avviso, e le conseguenti cause di esclusione allo stesso, non siano lesive del diritto di tutti gli interessati a partecipare nonché motivo plausibile dell’insorgere di nuovi contenziosi nei confronti della Asl di Latina».

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (24 agosto 2016)

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400