Già all’inizio dell’estate si era verificato qualche episodio simile. Ora la fuga di turisti dal Golfo a causa della mancanza di acqua sta diventando un fenomeno ricorrente. Non solo ci sono state delle disdette di prenotazioni, ma addirittura i villeggianti hanno protestato con i titolari di attività ricettive, lamentando il mancato servizio e, quindi, hanno preteso lo sconto sul costo del soggiorno. Una situazione che sta mettendo in grossa difficoltà gli stessi operatori e gestori di attività così come anche alcuni titolari di stabilimenti balneari. Una lamentela continua sui disservizi idrici che certamente non rende onore a delle cittadine che vogliono definirsi a vocazione turistica. Perchè chi ha trovato delle difficoltà nel trascorrere le proprie vacanze quest’anno nel Golfo, è molto probabile che non sia propenso a ritornare l’anno prossimo. Ed il dito viene puntato sia contro il gestore Acqualatina, ma anche contro l’amministratore comunale.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (24 agosto 2016)