Al netto di tutto il dibattito sul futuro delle quote private di Acqualatina spa e della modalità di gestione (pubblica o privata), questa estate verrà ricordata dagli utenti come la peggiore sul piano della fornitura.
I Comitati e anche piccoli gruppi di cittadini da Maenza a Minturno, san Felice Circeo, Gaeta, Roccasecca dei Volsci annunciano una class action e denunce formali per interruzione di pubblico servizio. Potrebbe essere una partita inutile o persa sul piano strettamente legale ma probabilmente è l’unico modo per sottolineare i disagi concreti che si sono registrati a partire dall’ultima settimana di giugno e che sono ancora sottoposti ad istruttoria da parte della Segreteria Tecnica Operativa. Quest’ultima ha chiesto alla società Acqualatina di depositare una relazione sui motivi delle interruzioni della fornitura che ormai sono quotidiane.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (29 agosto 2016)