Il giudice del Tribunale di Rieti, nella mattinata di oggi, ha deciso di convalidare gli arresti dei due cittadini d'origine romena che, ieri, erano stati pizzicati a rubare all'interno delle abitazioni di una frazione di Amatrice distrutta dal sisma.
I due, in particolare, erano stati arrestati dai motociclisti del Nucleo radiomobile dei carabinieri di Roma, in servizio nelle zone terremotate: tra dimorò Antonio, un militare 35enne di Ardea.
Gli sciacalli avevano rubato vestiti, oggetti domestici e poco più di 300 euro in contanti. Il tutto è stato sequestrato e sarà restituito agli aventi diritto una volta identificati