È finito al centro di un giallo il 26enne Salvatore Travali, uno degli elementi di spicco dell’agguerrita organizzazione criminale che la Squadra Mobile ha sgominato un anno fa con l’inchiesta Don’t touch. Il giovane di Latina figlio di una Di Silvio è stato trovato in stato di semi incoscienza, con ferite e contusioni ben visibili, dal personale di vigilanza del carcere di Velletri dove era detenuto fino a poche settimane fa. L’episodio è avvolto da un alone di mistero perché tutto lascia pensare a un’aggressione, mentre il detenuto non solo nega di avere subito la violenza da parte di altri ospiti della casa circondariale, ma ha dichiarato esplicitamente di essere caduto accidentalmente nei bagni.
La versione dei fatti fornita dal giovane del capoluogo a quanto pare non ha convinto la direzione della struttura detentiva visto che, dopo il ricovero in ospedale per le cure e gli accertamenti medici del caso, è stato disposto il trasferimento, in via precauzionale, in un altro carcere, quello di Civitavecchia per neutralizzare eventuali incompatibilità con gli altri detenuti.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (2 settembre 2016)