Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

.




Polizia

Polizia di Stato all'opera

0

Aggredito da padre e figlio perchè ritenuto responsabile di un furto...ma era ai domiciliari

Latina

Quando si sono accorti che da casa loro era sparito un carrello appendice pieno di attrezzi da lavoro hanno pensato subito a lui e sono andati a cercarlo a casa dove non si sono fatti troppi scrupoli a picchiarlo non credendo alla sua innocenza. Vittima un  38enne, già detenuto agli arresti domiciliari proprio per furto, mentre gli autori del suo linciaggio sono un 35enne e suo padre che vivono nel suo stesso comprensorio residenziale vicino Borgo Sabotino, nella zona della centrale nucleare. Del caso si sono occupati gli agenti della Squadra Volante che hanno denunciato a piede libero gli aggressori.
Il singolare episodio risale al pomeriggio di venerdì quando Latini, in virtù anche del fatto che si trova agli arresti domiciliari e non può avere contatti con persone estranee al suo nucleo familiare, si è rivolto alla centrale operativa del 113 per chiedere aiuto. Sul posto sono intervenuti i poliziotti della Squadra Volante che hanno identificato le persone presenti nei pressi della sua abitazione e raccolto la denuncia dell’uomo prima di lasciarlo medicare da un’ambulanza del 118. Quindi nella giornata di ieri è scattata la denuncia per padre e figlio accusati dell’aggressione del detenuto.

L'articolo completo in edicola su Latina Oggi (domenica 4 settembre)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400