Spesso i “topi” d’appartamento puntano sulla fortuna: prediligono sì, le abitazioni migliori sperando di trovare un bottino consistente, ma il più delle volte non sanno quello che troveranno, per giunta se si considera che preferiscono tentare con le case lasciate incustodite. Eppure ci sono dei casi piuttosto singolari che portano gli investigatori a sospettare l’esistenza di attività criminali meno fortuite, precedute da una vera e propria attività di regia che parte dalla raccolta delle informazioni utili sulle potenziali vittime fino al sopralluogo prima del furto vero e proprio.
Se sia uno di questi casi non è chiaro, ma il furto messo a segno sabato sera in una villetta di via Isonzo, alle porte del centro, qualche sospetto lo alimenta. Basti pensare che gli inquilini si sono assentati appena un’ora, un lasso di tempo che i ladri hanno sfruttato a pieno per introdursi e non solo rovistare nelle camere, ma anche trovare la cassaforte e aprirla in tempi rapidissimi.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (lunedì 5 settembre)