Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

.




Palestre delle scuole medie ed elementari, le società sportive non hanno ancora le concessioni
0

Palestre delle scuole medie ed elementari, le società sportive non hanno ancora le concessioni

Sport

Sono giorni di lavoro per le società sportive in vista della prossima stagione. In molte hanno iniziato la preparazione, ma non ancora tutte. Il riferimento è a quelle realtà che svolgono attività all’interno delle palestre delle scuole elementari e medie di Latina e che, ancora oggi, non hanno avuto il permesso da parte dell’amministrazione comunale per tornare ad allenarsi e giocare. Alcune di queste sono addirittura in ritardo di venti giorni rispetto alla normale tabella di marcia. C’è chi, come le prime squadre del volley minore, in passato era infatti abituato ad iniziare la preparazione poco dopo Ferragosto. E adesso? Adesso c’è da aspettare, almeno fino alla prossima settimana quando sono attese risposte. Tutto questo per via delle nuove direttive dettate dallo staff del sindaco Coletta che, all’insegna della trasparenza, sta cercando di fare chiarezza riguardo la gestione degli impianti, con la naturale conseguenza di rallentare sensibilmente lo svolgimento delle attività. In molti sono tati «rimbalzati» ormai da un paio di settimane in attesa del placet che gli possa permettere di usufruire delle strutture richieste. Il tutto nonostante sia stato chiesto - e accettato da tutte le società in questione - un canone sensibilmente maggiorato rispetto all’anno scorso. Si è passati dai 9,80 euro - iva compresa - della gestione Di Giorgi e Barbato (per ogni ora di utilizzo), ai 10,33 euro iva esclusa (si arriverà all’incirca a 13 euro) per quanto riguarda il nuovo corso targato Coletta. Va ricordato, tra l’altro, che si sta parlando purtroppo di strutture spesso inadeguate e che richiedono costante manutenzione. Spese, queste ultime, che in passato sono state affrontate dalle stesse società che inoltre devono assecondare anche le richieste dei dirigenti scolastici, i quali giustamente pretendono la pulizia degli spogliatoi e delle strutture a carico di chi le utilizza. Insomma, il prezzo per fare sporta Latina è aumentato, ma c’è il rischio, stando ad alcuni rumors, che una delibera pronta ad essere approvata possa addirittura peggiorare le cose. Sembra infatti che la giunta Coletta voglia chiedere in anticipo le quote del canone annuale di gestione. Si tratterebbe di somme importanti che molte società non potrebbero affrontare nell’immediato visto che si sta parlando di club che si autofinanziano attraverso i ratei mensili dei ragazzi che frequentano l’attività di base.
Nei prossimi giorni è attesa una schiarita in tal senso. Anche perché sono tante già le società che aspettano l’ok per l’utilizzo delle palestre per cominciare l’attività sportiva.

Da Latina Oggi di mercoledì  7 settembre 2016

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400