Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

.




Atti vandalici alla scuola di via Tasso, svastiche e scritte oscene sui muri
0

Atti vandalici alla scuola di via Tasso, svastiche e scritte oscene sui muri

Latina

Un brutto risveglio per il preside Leotta (consigliere comunale di maggioranza) e i docenti dell'Istituto Comprensivo di via Tasso, dopo aver visto i muri esterni della struttura imbrattati con scritte oscene, svastiche e offese di ogni tipo. Una bravata che ha dell'indecoroso e messa in atto la scorsa notte, proprio pochi giorni prima dell'inizio delle scuole, lasciando tutti a bocca aperta. Tra le tante scritte oscene anche una che probabilmente era indirizzata al sindaco Coletta. Immediato l'intervento del gruppo di Latina Bene Comune: "È vergognoso quanto accaduto la scorsa notte all’Istituto comprensivo di via Tasso a Latina - si legge nella nota Lbc - Questa mattina il direttore scolastico, Nino Leotta, consigliere comunale di LBC, che si era recato a scuola per tagliare l’erba del giardino, ha trovato i vetri e le pareti imbrattate di vernice verde, recanti scritte oltraggiose sia per il loro contenuto che per il luogo dove le stesse sono state apposte, una scuola, luogo preposto alla cultura e alla educazione, all’insegnamento di valori di civiltà e rispetto, un bene comune che dovrebbe essere tutelato, amato, rispettato. Latina Bene Comune esprime il proprio sdegno e la propria solidarietà, al consigliere Leotta, direttore del plesso scolastico, che ha rimosso le scritte dopo aver presentato regolare denuncia alle autorità, ed esprime vicinanza a tutti coloro che operano nella scuola, alle famiglie e agli studenti, che lunedì riprenderanno le lezioni, perché la scuola è un patrimonio di tutti e la cultura è il terreno sul quale costruire un futuro migliore".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400