Ha patteggiato due anni di reclusione Vito Garofano, l'uomo di 55 anni di Latina che ha accoltellato il titolare del Bar Da Tina in via Cerveteri a Latina. Oggi si è svolto il processo per direttissima in Tribunale e l'uomo è tornato in libertà. Il reato contestato era quello di lesioni personali aggravate e non tentato omicidio come riportato in un primo momento. Il ferito ha riportato una prognosi di venti giorni e il suo quadro clinico rispetto a ieri pomeriggio è sensibilmente migliorato. Il movente è da ricercare in una questione di natura economica, Garofano sarebbe stato accusato - ha sostenuto - di aver rubato dei soldi al titolare del bar, un'accusa che per lui era falsa e ingiusta e alla fine ieri si è vendicato.