Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

.




Il sindaco contro la discarica:  "No all'impianto, dalla Regione 20 anni senza pianificazione"

Il sindaco di Aprilia Antonio Terra

0

Terra trova un colpevole al giorno: ora accusa Chiusolo

Aprilia

I 10 mila euro con cui Rida Ambiente ha finanziato la sua campagna elettorale sono un motivo di imbarazzo notevole e il fatto che il sindaco di Aprilia Antonio Terra provi in modo scomposto a cercare un responsabile al giorno a non si sa bene quale complotto ai suoi danni, è la dimostrazione. Mentre un paio di giorni fa i complottisti erano Latina Oggi e il Partito democratico (!) oggi il "regista occulto"  è l'ex assessore al Bilancio Antonio Chiusolo. Il sindaco di Aprilia continua a negare di essere stato a conoscenza del finanziamento a suo favore da parte dell'imprenditore Fabio Altissimi, patron di Rida Ambiente e promotore della realizzazione di una discarica ad Aprilia, in località La Gogna. Una circostanza sulla cui credibilità sorgono dubbi: una persona che si candida a fare il sindaco e non sa nemmeno chi finanzia la sua campqagna, è come minimo uno sprovveduto. Le accuse personali al suo ex assessore, contro cui probabilmente non vedeva l'ora di esprimersi l'attuale sindaco, sono la cifra di una vicenda gestita malissimo dal primo cittadino.

Ecco di seguito il testo dell'intervento odierno del sindaco Antonio Terra.:

"Finalmente è uscito allo scoperto il regista occulto di tutta questa vicenda. Il mandatario elettorale, cui ho dato piena fiducia per la gestione di contributi e delle spese elettorali del 2013, il signor Antonio Pio Chiusolo, forse tirato per la giacchetta dall’evolversi degli eventi ha preso la parola per dire la sua sui contributi ricevuti dalla coalizione che ha sostenuto la mia candidatura alla carica di Sindaco di Aprilia. Quello che sta succedendo, comprese le dichiarazioni rese a mezzo stampa dal signor Antonio Chiusolo, è la prova dei contatti diretti tra lo stesso e il Consigliere Comunale Porcelli, anche sul fatto che la stessa era al corrente in modo dettagliato di numeri e cifre, nonostante pubblicamente abbia detto che, sui diecimila euro, abbia tirato ad indovinare. A questo punto non mi stupisce più neanche il fatto che il signor Chiusolo abbia tirato fuori la faccenda del contributo di diecimila euro soltanto tre anni dopo le elezioni Amministrative, proprio nei giorni in cui l’Amministrazione ha dato parere negativo al progetto della discarica di Via Savuto. Un parere negativo, lo chiarisco per l’ennesima volta, a dimostrazione che l’Amministrazione non ha subito e non subisce condizionamenti di sorta. Questa polemica ad orologeria, è evidente, è stata innescata proprio nel tentativo di destabilizzare il governo cittadino per fini strumentali, tra l’altro in un momento in cui la maggioranza ha dimostrato piena coesione, orientata com’è all’interesse pubblico generale. E mi chiedo, chissà, se ora lo stesso Chiusolo non addebiterà a me anche le richieste che ha rivolto al patron di Rida Ambiente per ottenere una somma in beneficenza a sostegno della sua meritoria associazione per la lotta all’Aids. Quanto ai Consiglieri di opposizione che, come da loro legittima prerogativa, chiedono a gran voce la convocazione di un Consiglio Comunale per chiarire ogni aspetto su questa vicenda, dico che possono anche evitare di affannarsi nel raccogliere le firme necessarie perché ho già chiesto al Presidente del Consiglio Bruno Di Marcantonio di convocare una seduta durante la quale renderò le mie Comunicazioni al riguardo. Ancora una volta, lo ribadisco, non ho nulla da nascondere alla Città, non sono fondi a nero, né cifre che possono essere accostate a favoritismi, perché tutto è legale, tracciato e rendicontato agli organi di controllo. Alle vergognose accuse del Consigliere Porcelli, rispondiamo con gli atti pubblici, a riguardo dei quali questa squallida macchina del fango poco può fare".  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400