Uno straniero ieri mattina ha seminato il panico nel punto Enel di corso della Repubblica accusando il personale di non averlo trattato come si aspettava. L’uomo infatti, rimasto sconosciuto, era insofferente perché a suo dire gli addetti allo sportello non rispettavano la fila e gli facevano passare davanti gli altri utenti. Il tutto perché, sempre stando alla sua versione dei fatti, il colore della sua pelle è nero. Dopo avere lanciato delle accuse verbali lo straniero si è fatto avanti e ha affrontato l’addetto allo sportello accusandolo di razzismo: il dipendente del gestore dell’energia elettrica lo ha invitato a stare al suo posto, ma l’utente gli è saltato addosso ed è stato necessario l’intervento di altri cittadini per dividerli. Nel frattempo qualcuno aveva allertato i carabinieri, ma al loro arrivo lo straniero era già riuscito a dileguarsi.