Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

.




Caos stabilimenti: le strutture sono da smontare
0

Stabilimenti, salta la destagionalizzazione

Latina

Per permettere l’apertura annuale delle strutture balneari il Comune dovrebbe modificare il Pua

Si torna in Commissione nel Comune di Latina per affrontare, ancora una volta, il tema della destagionalizzazione degli stabilimenti balneari e di quel famoso articolo 18 del regolamento regionale che potrebbe permettere l’apertura annuale delle strutture se (e solo se) l’ente lo integrasse all’interno del proprio. Ma la questione, nel caso del capoluogo pontino, è veramente difficile.
Lo hanno spiegato chiaramente ieri nelle due commissioni riunite in un’unica seduta (Bilancio e Attività Produttive) l’assessore alle Attività Produttive, Felice Costanti, e il dirigente Giovanni Della Penna, reduci da un incontro all’ufficio Economia del Mare in Regione. La questione è chiara: è impossibile permettere la destagionalizzazione del litorale di Latina già da quest’anno, e non c’è nessuna ordinanza sindacale che possa salvare gli operatori dall’obbligo di smontare le strutture entro il 31 ottobre. L’unica soluzione sarebbe quella di modificare il Pua vigente, che attualmente prevede l’obbligo di rimuovere le strutture al termine della stagione balneare.
Ma secondo alcuni non c’è abbastanza tempo per modificare il Piano di Utilizzo degli Arenili per permettere la destagionalizzazione già da quest’anno.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (22 settembre 2016)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400