Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

.




Omicidio Cappia, due mesi per la perizia sullo stub
0

Omicidio Cappia, in Appello arrivano le nuove perizie

Itri

È la volta dei periti e delle consulenze tecniche da produrre in aula. Si torna in tribunale domani per il processo sull’omicidio di Ulrico Cappia, l’enologo veneto ucciso nel settembre del 2013 all’interno di un’azienda agricola a Itri. Freddato con colpi d’arma da fuoco, il professionista - 57enne al momento dell’assassinio - era stato poi lasciato nella sua automobile data alle fiamme. Unico indagato, poi finito a processo a seguito delle indagini condotte dai carabinieri, l’operaio Giuseppe Ruggieri, itrano, oggi 58enne. Fermato per il delitto, era stato giudicato davanti alla corte del tribunale di Latina e condannato in primo grado all’ergastolo nonostante l’accorata battaglia della difesa, convinta dell’estraneità dell’operaio ai fatti contestati e in particolare impegnata a dimostrare la non validità processuale degli indizi raccolti contro di lui. Alla base del delitto, secondo il castello accusatorio, ruggini che nel tempo si erano formate in ambito lavorativo.
Ora gli avvocati che assistono Ruggieri (il collegio difensivo è rappresentato dai legali Angelo Palmieri e Igor Ruggieri) si preparano a un nuovo round in tribunale. 

L'articolo completo in edicola su Latina Oggi (26 settembre)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400