C’è anche una donna che è finita prima sul registro degli indagati e che ora è imputata nella clamorosa truffa portata a termine dall’ex promoter Roberto Ciavolella.
Anche se la posizione sembra marginale rispetto ai fatti contestati, a Mariangela Beltrami, 43 anni, residente nel capoluogo, viene contestato il concorso in truffa aggravata per due episodi che ammontano ad una cifra di circa centomila euro. Il raggiro è stato commesso ai danni di alcuni risparmiatori pontini. La donna sarà processata anche lei, come lo stesso Ciavolella, il prossimo 15 marzo del 2017 davanti al giudice monocratico di Latina dopo che il pubblico ministero Simona Gentile, titolare del fascicolo, ha chiuso l’indagine e ha disposto la citazione diretta a giudizio per i due imputati come è previsto per il tipo di reato che è stato contestato.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (28 settembre 2016)