Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

.




Primi testi in aula
0

Il nodo del sito Goodyear, il sindaco rivuole l'area

Cisterna di Latina

Sulla già all’epoca prevedibile inopportunità di regalare il sito industriale della ex Goodyear alla Meccano Aeronautica dell’imprenditore Alberto Veneruso pesa da sempre la responsabilità congiunta del Comune di Cisterna e dell’Amministrazione provinciale di Latina, che si fecero garanti dell’iniziativa, anche attraverso una serie di vincoli e penali (mai fatti valere) legati alla riuscita del progetto. Paradossalmente oggi alla giuda dell’uno e dell’altro ente c’è la stessa persona, Eleonora Della Penna, che non vuole saperne di tenersi quella scomoda eredità. «La notizia dell’evoluzione giudiziaria di una vicenda che investe direttamente anche la storia della Meccano di Cisterna si inserisce in un quadro che noi abbiamo già delineato e che da circa un anno e mezzo a questa parte vede il Comune di Cisterna e l’Amministrazione provinciale impegnate in una procedura amministrativa che punta a fare chiarezza su una situazione che dura ormai da troppi anni» spiega Eleonora Della Penna, intenzionata ad accertare se persistano le condizioni perché il sito ex Goodyear debba restare nelle mani di Meccano o delle sue finanziarie di riferimento, o meno. «Vorremmo riprenderci quel bene, qualora ne ricorrano le condizioni - spiega il sindaco di Cisterna e Presidente della Provincia - per restituirlo alla città che ha pagato un tributo enorme su quel sito industriale, prima con i decessi degli operai della multinazionale esposti ai veleni della produzione, e poi con i superstiti che hanno pagato a loro volta per l’inammissibile comportamento di chi si era impegnato ad assumerli per destinarli ad un altro tipo di produzione. Ci sono centinaia di famiglie in cerca di giustizia su fronti diversi di una medesima vicenda. E per cercare di salvare quei lavoratori la Regione e lo Stato hanno messo sul tavolo decine di milioni di euro che non hanno prodotto i risultati previsti».

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (4 ottobre)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400