Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

.




Tribunale Latina
0

Anziana morta: gestore dell'ospizio e tre operatrici condannati per omicidio

Aprilia

Quattro condanne per omicidio volontario e due assoluzioni. Si è concluso così, davanti alla Corte d'Assise del Tribunale di Latina, il processo per la morte della 85enne Elisabetta Pinna, ospite di una comunità alloggio di Aprilia, per cui il pubblico ministero ha ipotizzato l'omicidio. Secondo gli inquirenti l'anziana non sarebbe stata nutrita e sarebbe stata abbandonata, fino a perdere la vita dopo un ricovero prima all’ospedale di Anzio e poi a quello di Gallarate, in provincia di Varese, il 18 aprile 2010. I giudici hanno condannato a 14 anni di reclusione Alfio Quaceci, 71 anni, gestore della comunità alloggio Villa Sant'Andrea, a 14 anni e 1 mese la collaboratrice del gestore, Maria Grazia Moio, e a 14 anni l’infermiera Gheorgeta Palade, romena, residente a Nettuno, e l'operatrice Noemi Biccari, di Nettuno. Assolte invece Carmelina Maggiordomo, di Anzio, e Luciana Liberti, di Nettuno. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400