Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

.




Acqualatina

La sede di Acqualatina

0

Acqua, la beffa cominciata nel 2002

Latina

E oggi riunione decisiva per cambiare le regole

Il servizio idrico di cui oggi molti si lamentano non funzionava neppure prima dell’avvento di Acqualatina, anzi è proprio per migliorarlo che è nata la società alla quale oggi comitati, cittadini, partiti, molti sindaci, addebitano una gestione incongrua che ha prodotto bollette salate e un’offerta discutibile. Ma quando è nata Acqualatina la Provincia e i sindaci dell’epoca (2002) la salutarono come una sorta di «salvatore della patria». E’ illuminante ripercorrere quell’epoca aurea che ci ha portato fin qui, fino al giorno in cui tutti dicono che è necessario tornare alla gestione pubblica. Praticamente quella che c’era prima di Acqualatina.
Questa spa è l’impresa che per prima ha sperimentato la privatizzazione dell’acqua in Italia, anzi l’ha inventata. Di più: l’ha perfezionata. Meglio: ne ha fatto un modello. E dal 2002 ha dimostrato all’Italia e al mondo intero  che la volontà degli utenti non conta nulla. Un modello nato agli inizi degli anni 2000 nella testa  di un gruppo di politici e imprenditori saldamente legati tra di loro e sviluppatosi nell’unico territorio dove era certo che non ci sarebbero stati scossoni: la provincia di Latina.
Intanto Questa mattina la conferenza dei sindaci dell’Ato4 affrontano la prima vera prova del fuoco nel braccio di ferro delicato con Acqualatina spa. L’agenda dei lavori, redatta dalla Presidente Eleonora Della Penna prevede la modifica di alcune clausole della convenzione che hanno reso fino ad oggi debole la posizione dei soci pubblici in favore del gruppo privato. Inoltre verranno formalmente chieste le dimissioni dei consiglieri di amministrazione della società Acqualatina in considerazione del fatto che è venuta meno la fiducia dei soci di maggioranza.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (11 ottobre 2016)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400